Archive for Amare

The power of the mind is our power, use it before it uses you …


Are we sincere to ourselves?

 Or are we living on other people’s expectations?

The most destructive weapon any person can impose on human being is their mind.

By hunting one’s fears, hesitance, suspicions, doubts and worries that already lurk there.

http://narges.eu/index.php/inspirational-words/mind-s-power

Click on Image to Enlarge

La miglior arma che si può usare contro di noi è la nostra stessa mente, sfruttando i dubbi e le incertezze che vi si annidano.

Siamo sinceri con noi stessi, o viviamo per aspettative degli altri?

E se siamo leali e sinceri con gli altri … potremo mai essereamati veramente?

Troveremo il coraggio di rivelare i nostri più intimi segreti… o resteremo sempre degli sconosciuti, anche per noi stessi?

http://narges.eu

Leave a Comment

Ecco mormorar l’onde


 Ecco mormorar l’onde,
E tremolar le fronde
A l’aura mattutina, e gli arboscelli,
E sovra i verdi rami i vaghi augelli
Cantar soavemente,
E rider l’Oriente;
Ecco già l’alba appare,
E si specchia nel mare,
E rasserena il cielo,
E le campagne imperla il dolce gelo,
E gli alti monti indora:
O bella e vaga Aurora,
L’aura è tua messaggera, e tu de l’aura
Ch’ogni arso cor ristaura.

Now the waves murmur
And the boughs and the shrubs tremble
in the morning breeze,
And on the green branches the pleasant birds
Sing softly
And the east smiles;
Now dawn already appears
And mirrors herself in the sea,
And makes the sky serene,
And the gentle frost impearls the fields
And gilds the high mountains:
O beautiful and gracious Aurora,
The breeze is your messenger, and you the breeze’s
Which revives each burnt-out heart.

Comments off

Ed è subito sera


Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Everyone stands alone at the heart of the Earth
transfixed by a ray of sunlight,
and suddenly it is evening.

Leave a Comment

Amare


Io m’aggio posto in core a Dio servire,
Com’io potesse gire in paradiso,
Al santo loco ch’aggio audito dire
U’si mantien sollazzo, gioco e riso.
Sanza mia donna non li voria gire,
Quella c’ha blonda testa e claro viso,
Chè sanza lei non poteria gaudire,
Estando da la mia donna diviso.
Ma non lo dico a tale intendimento,
Perch’io peccato ci volesse fare,
Se non veder lo suo bel portamento,
E lo bel viso e ‘l morbido a sguardare:
Chè lo mi teria in gran consolamento,
Veggendo la mia donna in ghioria stare.

Giàcumu da Lintini

Comments off

Lo v’amo sol perche


Io v’amo sol perchè voi siete bella,
e perchè vuol mia stella,
non ch’io speri da voi, dolce mio bene,
altro che pene.

E se talor gli occhi miei mostrate
aver qualche pietate,
io non spero da voi del pianger tanto
altro che pianto.

Nè, perchè udite i miei sospiri ardenti
che per voi sprago a i venti,
altro spera da voi questo mio core
se non dolore.

Lasciate pur ch’io v’ami e ch’io vi miri
e che per voi sospiri,
chè pene pianto e doglia è sol mercede
de la mia fede.

  

I love you simply because you are fair,
and my stars desire it
not that I hope for anything from you,
my sweet life, except misery.

And if you decide to show pity
sometimes for my eyes,
I do not hope for anything but
weeping for so much sadness.

Nor, because you hear my burning sighs,
that for you I allow the winds to hear,
does this heart of mine hope for
anything from you but sorrow.

Let me still love you and look on you
and sigh for you, since
sadness, weeping and sorrow are
the only rewards I have for my love.

Comments off